Benvenuta/o

A Milano il quartiere intorno alla Stazione Centrale diventerà il luogo dove daremo vita a nuove idee, incontri e relazioni! Abbiamo scelto questo quartiere perché la Stazione Centrale è da sempre un luogo di scambio, simbolico per molti di coloro che arrivano per la prima volta a Milano.

Un quartiere interessante, con molto da scoprire, dove attraverso una serie di attività in cui coinvolgeremo cittadini e nuovi arrivati, puntiamo a riscrivere la narrazione legata alla Stazione Centrale.

CITTADINANZA

I nostri Community Agents

I Community Agents sono cittadini, membri delle comunità diasporiche, che attraverso una formazione dedicata a tematiche legate alla migrazione e asilo, sono diventati veri e propri agenti di comunità per l’integrazione dei nuovi arrivati.

  • Maria Cristina Quismorio

    Maria Cristina Quismorio

    Vice presidente dell’associazione OFW Watch Lombardy

    “Sono felice di vivere nel quartiere di Greco, anche se vicino al centro della città rimane semplice e tranquillo ma ricco di storia e cultura”

  • Nuurta Sacad

    Nuurta Sacad

    Mediatrice linguistico-culturale e volontaria dell’Associazione Shukran Somalia - Onlus per la quale organizza la “Milan Somali week”

    “Amore per l’istruzione. Un posto significativo a Milano per me è la scuola superiore Bertarelli, in corso di porta Romana, che ho vissuto come un rifugio”
  • Rita Beatriz

    Rita Beatriz

    Volontaria dell’Associazione ItaloPeruana C.I.P. si occupa soprattutto di laboratori per bambini e adolescenti

    “L’amore per la natura. La felicità per me è risentire i profumi delle erbe aromatiche che i miei genitori seminavano nel nostro paese e che ho piantato anche sul mio balcone a Milano. Ho iniziato a seminare anche oltre la casa, negli orti di via Padova e nei giardini di Niguarda e adesso ne sto ammirando i frutti”

  • Ghazy

    Ghazy

    Giornalista sportivo e mediatore linguistico-culturale

    “Mi sento felice quando sono allo Stadio San Siro. lì posso incontrare i miei compagni interisti e condividere la gioia di vincere le partite insieme!”
  • Farida

    Farida

    Mediatrice linguistico-culturale in ambito sanitario e nell’accoglienza di richiedenti asilo e di titolari di protezione internazionale

    “Per me un posto significativo di Milano è la zona di Moscova-Brera: negli anni Novanta quando in Somalia è scoppiata la guerra civile questo era l’unico luogo dove riuscivo a rilassarmi e a non pensare alla paura per l’incognita sulla vita dei miei cari”

  • Faiza

    Faiza

    Presidente dell'associazione "Alba Trotter", volontaria nell'associazione culturale "Amici del Parco Trotter Onlus".

    “La felicità è qualcosa che vedo in un sorriso, in un gesto o ancora in una espressione di una qualunque altra persona della mia zona. Perché Via Padova è felicità.”

  • Milagros

    Milagros

    Studia mediazione culturale ed è volontaria all’Associazione - Associazione Para Todos

    “Quando sento l'indifferenza, l’ingiustizia e la cattiveria delle persone mi rattristo. Poi trovo delle persone empatiche e buone che si danno da fare per aiutare chi ha bisogno e per migliorare il mondo: allora il cuore mi si riempie di speranza e felicità.”

  • Yara

    Yara

    Vicepresidente dell'Associazione "Alba Trotter" e volontaria per Associazione culturale "Amici del parco trotter".

    La felicità per me …sono i Murales in via Pontano, una "collaborazione" tra tutti gli artisti del quartiere. Questo è un po' qualcosa che posso descrivere come "sorpresa", che diventa poi un punto di incontro per convivere e vivere il “tutto” con fascino e sempre più necessità di sapere e curiosare. Un po' come la vita del quartiere di NoLo e dei suoi abitanti.
  • Yomna

    Yomna

    Capo scout in ASMI - Associazione degli Scout Musulmani Italiani; collabora con Eva, associazione donne Egiziane e arabe in Italia

    “La felicità per me è il Parco Trotter quando faccio le uscite con i bambini… ogni volta mi sento rieducata”

  • Khadeejah

    Khadeejah

    Mediatrice linguistico-culturale alla Fondazione Franco Verga

    “La Stazione Centrale di Milano - dove incontro le persone del progetto di Ritorno Volontario Assistito di Fondazione Verga- è per me un luogo importante: rappresenta l'esperienza dello scambio, del passaggio e dell' incontro. Da qui accompagno le persone verso una nuova vita e ritrovo un po' anche la mia storia”

  • Bebash

    Bebash

    Neoeletto Consigliere Comunale Municipio 5 di Milano, si occupa delle “politiche di integrazione e inclusione”. Fondatore del gruppo FaceBook “NUOVI ITALIANI PER UNA NUOVA ITALIA” ; fa parte dell’associazione “Fiori del Cricket” e dell’associazione “Fiori del Bangladesh”

    “Non ti chiedo di pulire, ma ti chiedo di non sporcare” questo è lo slogan che mi ha accompagnato nelle mie campagne elettorale in Municipio 5 di Milano. Da Gennaio 2022 porterò avanti questo movimento per tutta Milano.

  • Daniele

    Daniele

    Responsabile dell’Associazione ItaloPeruana C.I.P.

    “Quando si cammina lungo il naviglio della Martesana si vede un miscuglio di tanti popoli, sembra l’ombelico del mondo, un miscuglio di culture…”

  • Amal

    Amal

    Presidente Eva, associazione donne Egiziane e araba in Italia

    “Io mi sento felice, a casa, in via Padova quando la comunità musulmana si ritrova per la fine del Ramadan”

  • Salah

    Salah

    Mediatore linguistico-culturale e insegnante

    “La felicità per me è l’incontro il sabato pomeriggio in piazza Argentina, un punto di riferimento da circa 20 anni. Con i miei amici ci ritroviamo alla fontana senza neanche bisogno di darci un appuntamento”.

    Mappa della Zona 2 di Milano

    All’interno di questa mappa troverete luoghi di interesse e punti di riferimento per i cittadini neoarrivati.

     

    Visita la mappa

    BAMBINI E RAGAZZI

    Attività e laboratori

    "L’azione rivolta ai minori e alle scuole ha come obiettivo l’accoglienza dei minori stranieri neoarrivati in Italia sviluppando il senso di appartenenza al nuovo contesto e alla nuova comunità, mantenendo prospettive di integrazione, pari opportunità e diritto alla cittadinanza.

    In un’ottica di educazione interculturale, il Progetto è rivolto a tutti i ragazzi e le ragazze ed intende supportare la scuola e le diverse agenzie educative nella creazione di un ambiente inclusivo ed attento alle diversità e all’educazione alla cittadinanza globale".

    BAMBINI E RAGAZZI

    STUDENTI UNIVERSITARI

    Studenti e studentesse stranieri

    L’Università Cattolica del Sacro Cuore partecipa al progetto NEAR con l’obiettivo di facilitare l’accesso di studenti internazionali neoarrivati a percorsi accademici e di alta formazione. Scopo di questa partecipazione, in particolare, è favorire l’integrazione e accrescere il senso di appartenenza degli studenti internazionali presenti in Università Cattolica all’interno della comunità universitaria e della città di Milano, che ospita la sede storica dell’Ateneo.

    A questo scopo è stata redatta una mappa dei servizi e delle opportunità offerti dall’Università e rivolti agli studenti internazionali. Gli studenti internazionali dell’Ateneo prenderanno attivamente parte al progetto, partecipando alla stesura di una mappa dei servizi e delle occasioni culturali, sportive e di svago, dei luoghi di incontro e aggregazione presenti nella città di Milano. È in programma, infine, la pubblicazione di un handbook che, illustrando le procedure amministrative e burocratiche da espletare per studiare in Italia e in Università Cattolica, intende supportare gli studenti internazionali in arrivo.

    Azioni locali

    La rete sul territorio

    Enti e Associazioni delle Zona 2 che collaborano alle attività di progetto:

    Per informazioni sul progetto

    Local Actions